Lo specchio

"E in Barbara, adesso, vedeva tutto ciò che, a lungo, aveva combattuto dentro di sè, senza neppure capirlo. La vertigine della ferita, quel pretendere amore senza conoscerlo, il delegare agli altri le scelte e la prigionia delle rassicurazioni (...). La osservava ogni volta andar via, dopo l'amplesso, col passo rinfrancato di chi non ha piu' torto. Riconosceva allora se stesso e si rendeva conto di aver sempre voltato le spalle, negli anni, a ciò che non riusciva a comprendere, come se l'incapacità di evolvere - e il suo torto - stessero sempre dalla parte di ciò che abbandonava. Lei lo avrebbe fatto soffrire (lo aveva già messo in conto), ma lui le avrebbe dato il suo cambiamento e avrebbe, finalmente, visto se stesso, intero, nello specchio". E.Calvados

Commenti