'U Magazzeo, l'osteria slow food

Mangiare potrebbe essere un modo per "resistere". Oggi il cibo avvelena chi può, lo sappiamo.





Così mi stupisco sempre quando incontro persone come Alessio Cavoto, che ha trentaquattro anni e un'idea precisa di filiera corta, slow food, sostenibilità.



Nel suo ristorante, a un passo dal centro storico di San Marco dei Cavoti (Bn), 'U MAGAZZEO, offre prodotti di stagione, certificati, e un menù che varia ogni volta, per garantire agli avventori cibo di qualità.

Alessio è un fiume di parole, nel raccontarmi la sua avventura nella ristorazione, iniziata dieci anni fa. Mi dice che ha viaggiato, che ha avuto modo di confrontarsi con altri ambienti, che crede nel cibo sostenibile e non segue le mode, il business.

Sostenibili sono i suoi contatti con i fornitori, coerente è la ricerca culinaria.
"Saper dire di no è diventata la cosa più difficile: il guadagno è la regola, mentre offrire qualità può, in qualche modo, modificare la domanda, ossia la qualità della domanda".


Nella foto, Alessio Cavoto
E' chiaro che, tutto questo, richiede una profonda passione per il proprio lavoro, una grande curiosità, un'onestà intellettuale non comune.

"Un menù salutare rispetta le dinamiche collegate all'ambiente. Fugge alle logiche delle grandi catene di distribuzione", dice Alessio. "Si affida ai prodotti di stagione, alla capacità di reinventare le ricette, si offre a un'utenza resistente, capace di distinguere".

Da Alessio puoi mangiare pasta fatta in casa, salumi locali, formaggi dal sapore antico, dolci che sembrano quelli di una volta.






La domenica pomeriggio, al 'U Magazzeo, si suona: musica dal vivo, vino e prodotti a kilometri zero.

Per chi volesse dare un'occhiata al sito, questo è il link: www.umagazzeo.it.
Per prenotazioni, chiamare al 339-3578733.

Commenti