Rimorsi e rimpianti

"Non v'è dubbio che, in amore, i rimorsi siano da preferire ai rimpianti (...). Il rimorso implica l'aver agito, l'essere stati in grado, ad esempio, di chiudere un rapporto che non funzionava più, per viverne un altro liberamente, ma implica anche il farsi carico di tutte le responsabilità e conseguenze che una simile azione può comportare. I rimorsi affiorano quando ci apriamo alla vita e ai sentimenti senza esitare, quando accettiamo di correre dei rischi, pur di esprimere senza mentire ciò che proviamo. Ma vivere significa anche guardarsi allo specchio e rendersi conto di aver sbagliato tutto (...). Le esperienze possono trasformarsi in fallimenti, rovinose cadute, eppure è più utile e salutare accumulare rimorsi che vivere di rimpianti, di domande del tipo: come sarebbe stato se".
Aldo Carotenuto, 'Il gioco delle passioni', Tascabili Bompiani, 2002

Commenti