Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

Processo al Sig.K.

Magistrato nelle corti internazionali ed esperto di diritto, Antonio Cassese era anche uno studioso del grande scrittore ceco. Ora i suoi appunti e diari diventano un libro. Eccone un estratto: “Imputato Kafka, lei è buono Io la assolvo dal senso di colpa”

Il Processo di Kafka è la storia, si sa, di un impiegato di banca che una mattina viene arrestato da due rappresentanti della legge, che non sanno dirgli di cosa è accusato né chi lo processerà. Egli rimane a piede libero per subire un processo davanti ad autorità sconosciute e irraggiungibili. Il libro descrive i suoi sforzi per capire di quali colpe è accusato e per difendersi in qualche modo, avvicinando diverse persone variamente legate alla legge. Alla fine, senza essere mai trascinato in giudizio davanti ad un tribunale, viene prelevato a casa sua da altri due rappresentanti della legge, portato in una cava abbandonata e triste e ucciso con «un lungo coltello da macellaio affilato da tutte e due le parti». Tutto il romanzo…

La distanza

"Ergetevi insieme ma non troppo vicini; poi che il tempio ha colonne distanti e la quercia e il cipresso non crescono l'una all'ombra dell'altro". Gibran

“A uno a uno le fil cuntavano”: la leggenda delle streghe nel Sannio

La leggenda delle streghe nacque e si sviluppò nel nord Europa soprattutto dopo la pubblicazione del Malleus Maleficarum, letteralmente il ‘martello delle streghe’, il manuale anti-stregoneria per eccellenza, che mirava a colpire donne e uomini in grado di praticare la magia nera. In Italia il fenomeno prese piede nonostante il clima di demonomania che vide vittime le donne e i loro saperi: siamo nel 1300, è del 1340 il primo rogo per stregoneria. Chi non conosce la leggenda delle streghe beneventane? Essa si incardina lungo un lunghissimo asse temporale che vede protagoniste queste dominae nocturnae, legate a doppio filo alla notte (il termine strega deriva infatti da strix, uccello notturno) e ai suoi misteri. Erano conoscitrici di erbe e spesso capaci più dei medici ufficiali (tutti uomini, naturalmente) di curare i malanni. Venivano chiamare janare, dal termine latino ‘janua’, che, tradotto, vuol dire ‘porta’. Era appunto dinanzi alla porta di casa che veniva collocata una sc…

Liuba Scudieri: Tre donne al mare - Stasera a Benevento, presso il Centro Sociale Depistaggio, ore 20,00

Quella cosa incredibile da farsi per una ragazza, attraversare il mare e passare dal vecchio al nuovo mondo per raggiungere colui che ama: quella cosa io la farò. "Adele H.", Francois Truffaut
TRE DONNE AL MARE scritto e raccontato da Liuba Scudieri - musiche originali di Davide Chimenti- video e sito internet : Christine Fassanaro - grafica e fotografie : Caroline Herard - costumi:Nina Langhammer. "Scrivere di donne, seguendo percorsi di vite difficili, ascoltandone a lungo i racconti, comprendendo i motivi dei loro sogni e dei loro errori. Liuba Scudieri, napoletana che vive da anni a Marsiglia, narratrice e archeologa, presenta "Tre donne al mare", di cui è autrice e unica protagonista. Uno spettacolo sulla migrazione, tema forte soprattutto se vissuto e raccontato da chi si scontra oggi con la dura cronaca (....).' Porto così in scena, dopo averle incontrate e aver parlato a lungo con loro, la storia di Giuseppina, donna procidana con il suo lung…