Scrivendo - e leggendo - di streghe.

"L'alchimia è la sola pratica religiosa che abbia arricchito realmente la nostra conoscenza del reale". L.Pauwels

Commenti

  1. Beh...evidentemente l'affermazione è fuorviante (se presa alla lettera) poichè solo gli gli alchimisti conoscono gli effetti dell'unione dei minerali coi metalli...
    La miscelazione è irreversibile e quasi sempre il risultato non è la pietra filosofale, ma la morte reale.

    RispondiElimina
  2. CERTO, PIERRE...
    MA LE STREGHE - CHE DI ALCHIMIE SI INTENDEVANO - ERANO LE POCHE PERSONE CHE, AL DI LA' DELLA MEDICINA UFFICIALE, SAPEVANO DI 'ANIMA' E DELLA SUA GUARIGIONE...

    RispondiElimina
  3. E COSA C'E' DI PIU' REALE DELL'ANIMA...

    RispondiElimina
  4. Non mi risulta che le streghe fossero alchimiste. Esse erano piuttosto dedite al mercimonio col maligno, onde ottenere favori molto materiali, più che spirituali.

    RispondiElimina
  5. Erano herbarie, combinavano le erbe, dunque e, a modo loro, sapevano di medicina più dei 'medichi officiali'. Io le voglio immaginare così, un pò alchimiste, un pò maghe, un pò folli. Soprattutto, libere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Io le voglio immaginare così, un pò alchimiste, un pò maghe, un pò folli. Soprattutto, libere".

      Rispetto le tue opinioni anche se m’interessano di più le verità. Questo, in sintesi, mi sembra il succo... del tuo discorso. Ci sarebbe da scrivere un post e penso che lo farò.
      Per adesso ti dico solo questo:
      "Non c'è schiavo più grande di chi pensa di essere libero"

      Elimina

Posta un commento