Agenda della Dea


Una serata dominata dalla dea dell'eterno femminino.
Dea della nascita, della morte. Ed, ancora, della rinascita.
Luna: crescente, piena, calante. Donne che, in cerchio, celebrano le fasi della vita. Pagine di diario: Persefone che annuncia la sua discesa agli Inferi come un passaggio obbligato.
Lo Yin e lo Yang che vanno ad incontrarsi. Il maschile e il femminile che comunicano, nella loro diversità.
Le dee celtiche; il pane col crescito; le lune poetiche di Cinzia.
La dolcezza di Loredana, la passione di Barbara.
Quando si dice un cerchio di sorellanza.
Questo ed altro è stato, il 13 gennaio, presentare l'Agenda della Dea, nata da un'idea della scultrice Simona Guardamagna e portata in dono a Benevento a chiunque volesse condividere un percorso di conoscenza di sè col mondo.

(Da sinistra: Barbara Beth, Tullia Bartolini, Cinzia Caputo, Loredana Salomone).

Commenti

  1. ... a me è venuta in mente Ecate... che
    è una delle più antiche dee che si conoscano e, fra tutte, la
    più misteriosa e distante ...ma solo in apparenza...

    Ps.come vedi, non è poi così difficile commentare...

    RispondiElimina

Posta un commento